Archivio Categoria: Riflessioni

Mag 01

Per i cuccioli (maschi e femmine) umani

I cuccioli sono cuccioli. Mi chiedo a quale età per una mamma non lo siano più. È vero, occorre buon senso. Forse però basta poco per farsi i calcoli senza incorrere in grotteschi abbagli. Quando raggiungono gli anta e continuano a comportarsi come fossero degli adolescenti, con ogni probabilità non sono più cuccioli ma dozzinali …

Continua a leggere »

Nov 23

La morte della Pizia

La Pizia era davvero una vecchia signora che vaticinava a casaccio? Lei pensava di sì o almeno così scrive Friedrich Dürrenmatt (1921-1990) nel suo divertente eppur serissimo racconto “La morte della Pizia”. Ascoltò le domande del giovane Edipo, un altro che voleva sapere se i suoi genitori erano davvero i suoi genitori, come se fosse …

Continua a leggere »

Nov 10

A Claudio Zarcone

Carissimo Claudio Zarcone, mi perdoni se in punta di piedi mi permetto di commentare la sua lettera. Per qualsiasi genitore sopravvivere ai figli è senza dubbio l’evento più tragico da reggere nella propria esistenza, persino più tragico della stessa morte. Sceglierla infatti sarebbe molto meno doloroso che sopportare la non-presenza invasiva di quel vuoto. L’unico …

Continua a leggere »

Mag 02

Su San Cirillo, l’assassino

Noto sempre più spesso che il patriarca di Alessandria, Cirillo (370-444), assassino della filosofa Ipazia, viene difeso dai cattolici, appellandosi alla presunta assenza di prove. Mi chiedo, innanzitutto, quali prove siano necessarie. Invito a leggere i due testi di Luciano Canfora e di Diletta Grella, disponibili su internet, oltre all’interessante raccolta di fonti sul sito …

Continua a leggere »

Mag 01

Su Ipazia di Alessandria, la filosofa

Ore 22.00, 28 aprile 2010 Questa sera ho visto un film. Non vado mai al cinema, ma questa sera sono andata. Un film che aspettavo da tempo, su Ipazia di Alessandria, Agorà, del cileno Alejandro Amenábar. Sono appena tornata. L’anno scorso ho concluso la mia ultima lezione in prima liceo parlando proprio di lei. Rachel …

Continua a leggere »